Il tuo browser non supporta JavaScript!

Edizioni Libreria Cortina Milano

Cos'è una facciata?

Imparare da Alberti

di Neumeyer Fritz

editore: Edizioni Libreria Cortina Milano

pagine: 120

A cura di Silvia Malcovati I fronti stradali, con le loro facciate, definiscono la fisionomia della città, perché la facciata è il volto architettonico creato per apparire in pubblico, in cui la società e i suoi cittadini si riflettono. Nei palazzi di Genova Nietzsche credeva di poter guardare in faccia i discendenti delle antiche famiglie nobili. La sua bella osservazione «le case ci guardano come volti» esprime una forma di percezione empatica dell’architettura che per noi, nonostante la distanza tra gli oggetti comparati, è comunque un fatto naturale. L'autore Fritz Neumeyer è stato Professore di Teoria dell’Architettura alla TU Berlin dal 1992 al 2012 e ha partecipato attivamente alla pianificazione urbana di Berlino dopo la riunificazione tedesca. È autore di numerose pubblicazioni sull’architettura e sulla città del XIX e XX secolo, tra cui Mies van der Rohe. Le architetture e gli scritti (1996). 

La townhouse berlinese

Un esperimento psicologico

di Stimmann Hans

editore: Edizioni Libreria Cortina Milano

pagine: 144

A cura di Silvia Malcovati, Michele Caja Dopo la caduta del Muro nel 1989, i progettisti e gli architetti ancora una volta si sono chiesti se la società dei primi anni del ventunesimo secolo si fosse arenata tra i frammenti del junk space, in architetture di conglomerazione episodica, o se non ci fosse, forse, una possibilità per continuare a sviluppare la cultura secolare della città europea, con il suo ampio spettro di tipologie abitative e di complesse relazioni di proprietà, al fine di preservare la città come era stata per secoli: un luogo di innovazione, ma comunque ancorato nella tradizione. L'autore Hans Stimmann è architetto urbanista. Come Senatsbaudirektor di Berlino dal 1991 al 1996 e dal 1999 al 2006 è stato responsabile dei piani per la ricostruzione critica della città. Dal 2008 è Professore Onorario di Progettazione Urbana alla TU Dortmund.

L'età di Goethe

Storia, poesia e filosofia

di Korff Hermann A.

editore: Edizioni Libreria Cortina Milano

pagine: 204

a cura di Giancarlo Lacchin prefazione di Giampiero Moretti Nei tre saggi qui proposti, compresi fra il 1924 e il 1937, Hermann August Korff illustra alcuni dei concetti fondamentali intorno ai quali viene a formarsi in Occidente, nel dialogo fra poesia, letteratura e filosofia, la concezione moderna di “uomo” e di “cultura”. Al centro della sua indagine si può ritrovare la nozione di Leben, di “vita”, della quale tratteggia, con rara chiarezza interpretativa, lo sviluppo nelle diverse epoche storiche prese in esame: dall’antichità classica al rinascimento, dal periodo della Riforma all’epoca dell’illuminismo, dallo Sturm und Drang alla classicità tedesca e al romanticismo. Convinto che esista un autentico “problema vitale per ogni tipo di uomo”, legato alle particolari forme storiche che assume l’“incertezza della natura umana”, Korff giunge a individuare nell’uomo faustiano, ovvero nel cosiddetto “neoumanesimo” della poesia classico-romantica tedesca, il modello di un nuovo sentimento della vita e quindi di una nuova idea di uomo. Il testo, lucido e penetrante nel suo insieme, costituisce uno strumento indispensabile per la comprensione di quella straordinaria temperie culturale che caratterizza lo sviluppo spirituale della Germania e dell’Europa intera nel passaggio fra Ottocento e Novecento, venendone quasi a preconizzare i fulgidi ma anche tragici destini. L'autore Hermann August Korff (1882-1963), germanista insigne presso l’Università di Francoforte e poi di Lipsia, è uno dei più significativi interpreti della cultura tedesca e in particolar modo del periodo classico-romantico. I suoi studi su Goethe e il romanticismo, che aprono la via a una nuova comprensione dello spirito più autentico della nostra modernità occidentale, continuano a costituire ancor oggi un punto di riferimento fondamentale per la critica letteraria e filosofica. Fra le sue opere ricordiamo la monumentale Geist der Goethezeit. Versuch einer ideellen Entwicklung der klassisch-romantischen Literaturgeschichte (5 voll., 1923-1957).

SPSS pratico

configurazioni, output e interpretazioni

di Vanin Luca

editore: Edizioni Libreria Cortina Milano

pagine: 172

SPSS pratico nasce da un’esigenza molto comune: avere sotto mano tutto ciò che occorre per effettuare in modo sicuro l’analisi dei dati. Non importa il motivo: una tesi quantitativa, una ricerca di mercato, un’analisi dei dati proveniente dal web, un questionario di qualsiasi tipo: avete bisogno di sapere come configurare SPSS e come interpretare i dati. SPSS offre esattamente questo: un vademecum pratico per effettuare le principali analisi necessarie per esplorare, modificare, analizzare e comprendere una grande (o piccola) mole di dati. Il libro ha un taglio pratico, intuitivo, visivo ed è immediatamente utilizzabile, grazie a un’organizzazione ordinata delle tecniche e delle strategie. Inoltre, permette di muoversi agilmente anche negli aspetti teorici, con un riepilogo delle basi metodologiche. Infine, è accompagnato da un sito online di supporto (www.analisideidati.it) con materiali, risorse e ulteriori indicazioni. Studenti, professionisti, formatori, consulenti troveranno in questo libro tutte le indicazioni per analizzare in modo semplice i propri dati. L'autore Luca Vanin è laureato in Filosofia e in Psicologia. Dai primi anni del 2000 svolge, tra gli altri, il ruolo di Esercitatore di Psicometria. Si occupa di e-learning e formazione dal vivo online (webinar).

La casa del mestiere

100 e + progetti di studenti del primo anno

di Iacometti Giovanni

editore: Edizioni Libreria Cortina Milano

pagine: 208

con la collaborazione di Domenico Polimeni a cura di Tal Harel e Amedeo Luvié Giovanni Iacometti, nato nel 1948 a Trecate (No), laureato al Politecnico di Milano nel 1972, è contitolare, dal 1977, dello studio COPRAT di Mantova. È professore a contratto da vari anni nelle Facoltà di Architettura di Milano e di Parma. Ha progettato soprattutto case economiche nel Mantovano e nel Milanese, pubblicate su riviste come Controspazio, Lotus e Casabella, e ha svolto ricerche storiche sull’architettura mantovana, pubblicate ed esposte. Ha presentato, come membro dello studio, progetti a varie mostre tra cui alcune Triennali di Milano e la III Biennale di Architettura di Venezia, dove ha vinto il Leone di Pietra con un progetto per il Ponte dell’Accademia. Ha partecipato a numerosi concorsi di Architettura anche in collaborazione con Aldo Rossi e Giorgio Grassi. Ha pubblicato progetti e ricerche storico-tipologiche su varie riviste e cataloghi. Nel 2009 ha pubblicato L’apprendista Architetto per Edizioni Unicopli.

Intercultura interdisciplinare

Costruire inclusione anche con le discipline

editore: Edizioni Libreria Cortina Milano

pagine: 280

La Pedagogia interculturale è inclusiva: opera per la giustizia sociale, il riconoscimento dei diritti, lo sviluppo delle capacità individuali, la valorizzazione dei singoli. Le nuove normative scolastiche sull’intercultura (2013, 2014) indicano a insegnanti e educatori di costruire, nelle classi plurietniche, un sapere interdisciplinare, che aiuti a formare futuri cittadini con riferimenti culturali e identitari locali e globali, radicati nella geostoria locale, proiettati in una dimensione antropologica che riguarda il mondo. Il libro è uno strumento per mettere in pratica queste idee. Suggerisce di muoversi attraverso le discipline; cogliere spunti da vari ambiti di studio; interessarsi alle esistenze dei soggetti, ai luoghi dell’esistere, alla cultura nelle sue forme alte e minute. Nasce da ricerche sul campo (alcune presentate alla “Terza Giornata Interculturale Bicocca”, 31 gennaio 2014); intende trasmettere fiducia sul fatto che il sistema dell’istruzione possa realmente interagire con la società multiculturale. L'autore Mariangela Giusti, professore associato al Dipartimento di Scienze umane per la formazione “R. Massa” – Università di Milano Bicocca, insegna Pedagogia interculturale. Dal 1995 è stata fra i primi pedagogisti in Italia ad avviare la costruzione del pensiero interculturale in educazione. È autrice di libri e articoli, nati da ricerche sul campo: Pedagogia interculturale (Roma-Bari, 2007); Immigrati e tempo libero (Milano, 2008); Immigrazione e consumi culturali. Un’interpretazione pedagogica (Roma-Bari, 2011); L’educazione interculturale nella scuola (Milano, 2012). Nel 2002 ha ideato e organizzato la “Prima Giornata Interculturale Bicocca” (terza edizione, 2014). È ideatrice e direttore scientifico del “Festival Il Diritto di Essere Bambini”, sulla Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia, da cui è nato il volume Forme Azioni Suoni per il diritto all’educazione (Milano, 2014).

Studenti pazienti

Percorsi di pensiero con studenti universitari

editore: Edizioni Libreria Cortina Milano

pagine: 266

Un libro di e per addetti ai lavori che vuole essere letto dai non-addetti. Perché descrive ed esamina con un’onestà esemplare un’esperienza prolungata di un servizio di consulenza psicologica per studenti universitari. Un’esperienza che ha consentito di elaborare una tecnica di intervento ma anche di riconoscerne i limiti e le potenzialità e che viene illustrata anche tramite le condizioni materiali e istituzionali nelle quali si è svolta. Soprattutto, un’esperienza il cui esame consente anche ai lettori di partecipare alla scoperta del mondo interiore dei “nuovi giovani” e degli studenti in particolare. La paura di pensare davvero, con tutto il cuore, è una caratteristica dei nuovi futuri adulti destinati a un lavoro intellettuale? O è una paura delle nostre istituzioni e di noi stessi? Forse, alla fine, più che certezze si aprono interrogativi. Ma proprio questo è la ricerca. Gli autori Marta Boni psicoterapeuta a orientamento psicoanalitico fenomenologico; presso il Servizio di Consulenza Psicologica dell’ESU di Venezia svolge anche attività di orientamento e formazione. Pierpaolo Luderin a lungo responsabile del Centro di Orientamento ESU, ha insegnato storia dell’arte contemporanea all’Università di Venezia ed è autore di numerose pubblicazioni sull’argomento. Antonio Alberto Semi psicoanalista Membro Ordinario della SPI, è autore di libri dedicati alla tecnica e al metodo psicoanalitici. Anna Tortorella responsabile del Centro di Orientamento e Consulenza Psicologica ESU, si è formata con S. Resnik. Psicoterapeuta tra psicoanalisi e fenomenologia, si occupa anche di counselling per l’orientamento e per lo studio.

Cultura materiale

Oggetti, immaginari, desideri in viaggio tra mondi

di Ciabarri Luca

editore: Edizioni Libreria Cortina Milano

pagine: 250

L’insieme dei saggi raccolti in questo volume ricostruisce i punti più recenti di un dibattito classico all’interno della storia dell’antropologia che negli ultimi anni ha trovato grande eco anche in discipline contigue quali la filosofia, la sociologia, l’architettura, la psicologia o gli studi in ambito tecnologico, oltre che nella storia e nell’archeologia: qual è il rapporto tra l’uomo e l’infinito numero di oggetti che compongono la sua vita quotidiana? Cosa trasforma un oggetto in oggetto d’arte, simbolo identitario, strumento di potere, mezzo di distinzione sociale, luogo di memoria, oggetto di valore e oggetto senza alcun valore pronto per essere gettato via? Come la cultura e le relazioni tra uomini prendono forma attraverso il mondo delle cose che ci circonda? Cosa possono dirci le forme di scambio e circolazione di beni sui modi in cui si costruiscono relazioni sociali all’interno di un gruppo e nei rapporti tra mondi diversi? Come la materialità si lega con il campo dell’immaginario e dell’azione sociale? Questi e altri interrogativi compongono il vasto campo di studi sulla cultura materiale, che in questa rassegna ci portano ad analizzare i sistemi di scambio regionale in Papua Nuova Guinea, la passione coloniale per il collezionismo dell’esotico, i culti cargo, il mistero e il valore del denaro, i processi di mercificazione in Tanzania, la diffusione dei telefoni cellulari in Jamaica, la globalizzazione del sushi, per giungere infine all’arte dei nativi australiani. L'autore Luca Ciabarri insegna Antropologia culturale presso l’Università degli Studi di Milano. Ha svolto indagini sul campo in Somalia, nel Corno d’Africa e in Italia interessandosi ai temi della migrazione forzata e dei corridoi migratori verso l’Europa. Nelle nostre edizioni ha curato I rifugiati e l'Europa (2016), Antropologia culturale (con S. Allovio e G. Mangiameli, 2018) e Cultura materiale (2018) e L'imbroglio mediterraneo (2020).

Psicologia, psicopatologia, psichiatria

Tra tecnica, assistenza ed etica

di G. Paolo Guaraldi

editore: Edizioni Libreria Cortina Milano

pagine: 228

L'originalità di questo testo, frutto di cinquant'anni di didattica, assistenza e ricerca, non è legato solo al coniugare la Psichiatria tradizionale con quella contemporanea, ma anche al fatto che queste pagine svolgono un ruolo di mediazione tra tecnica, assistenza ed etica. Trai i prini in Italia, il volume applica alla clinica psichiatrica le grandi novità del DSM-5, il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali. Esso rappresenta pertanto uno strumento prezioso e didatticamente innovativo, non solo per gli studenti dei vari Corsi di Laurea di area sanitaria, ma anche per psichiatri, tecnici della riabilitazione psichiatrica, infermieri, educatori, e per tutti coloro che operano negli ospedali e sul teriitorio. Il libro si rivolge inoltre a psicologi, sociologi, pedagogisti, assistenti sociali, persino a insegnanti, avvocati di Diritto Famigliare o semplici cittadini, nel tentativo di riportare al centro la dignità della persona malata di mente. L'autore Gian Paolo Guaraldi, Professore Emerito dell'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, nasce a Lugo di Romagna nel 1935, compie gli Studi Classici a Rimini e si laurea a ventitre anni a Bologna con il massimo dei voti, discutendo una Tesi in Psicologia Sperimentale con il professor Renzo Canestrari. Nel 1960 segue il suo Maestro, Il professor Romolo Rossini, a Modena dove è stato chiamato a ricoprire la Cattera di Clinica delle Malattie Nervose e Mentali. Nel 1978 è nominato Professore Ordinario di Neuropsichiatria Infantile, poi di Psichiatria. Ha attivato un Dottorato di Ricerca in Psicobiologia dell'Uomo e ha istituito il Corso di Laurea in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica. Per oltre vent'anni è stato Presidente della Sezione Adolescenza della Società Italiana di Psichiatria.      

Fondamenti di psichiatria

di Callegari Camilla, Poloni Nicola

editore: Edizioni Libreria Cortina Milano

pagine: 426

Questo nuovo testo di psichiatria rappresenta l

Mente e consumo

Un percorso di ricerca nella psicologia che cambia

di Romano Dario F.

editore: Edizioni Libreria Cortina Milano

pagine: 188

a cura di Francesco P. Colucci, Luigi Ferrari, Luca Vecchio Il volume pubblica l’ultimo e incompiuto lavoro di Dario Romano, nel quale si affronta il problema dei comportamenti di consumo, di rilievo centrale nell’odierna crisi sociale: il cambiamento in atto rinvia alla “genesi storica” della figura del consumatore e di quella “società dei consumi” che, forse, si sta avviando verso la fine o verso una sua radicale trasformazione, nonché alle “costruzioni mentali” relative. Romano tocca temi di grande rilevanza per la psicologia, a partire dal rapporto tra storia, cultura, formazioni sociali e strutture mentali. Per questo viene riproposto un capitolo di Paradigmi (1991) sui costrutti di comportamento, attività, coscienza. Questo volume, che non vuole essere semplicemente commemorativo, attraverso gli scritti di Romano e gli interventi dei curatori solleva problemi attuali, anche se attualmente rimossi, per la psicologia e delinea per tratti essenziali il cambiamento della disciplina in Italia, a partire dagli anni ‘60 del secolo scorso. Tutto ciò al fine di sollecitare una riflessione critica negli psicologi, specie i più giovani, e in quanti si stanno formando per diventarlo.

Vita morale

Virtù, dovere e amore in Vladimir Jankélévitch

di Boella Laura

editore: Edizioni Libreria Cortina Milano

pagine: 140

Contemporaneo riluttante di Lévinas, di Sartre e di Merleau-Ponty, bergsoniano e fenomenologo non di scuola, musicologo ostile alle avanguardie, esistenzialista senza volerlo, Vladimir Jankélévitch è stato un grande maestro della filosofia morale. L’attenzione rivolta alla vita morale offre una ricerca unica nel suo genere sul tema delle virtù, del dovere e dell’amore. Un’etica che prende sul serio le contraddizioni dell’esistenza umana e invita all’esercizio quotidiano dell’opzione netta, della scelta, smentisce una volta per tutte l’equivoco dell’ambiguità e dell’inafferrabilità del pensiero di Jankélévitch. L'autrice Laura Boella insegna Filosofia morale all’Università degli Studi di Milano. Per Raffaello Cortina ha pubblicato recentemente Il coraggio dell’etica. Per una nuova immaginazione morale (2012).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento